Gennaio 2011

Domenica, 2 gennaio 2011

Best of Joy

Michael Jackson

I am your joy
your best of joy
I am the moonlight
you are the spring
Our love's a secret thing
You know I always will love you

I am forever
I am the one who came
when you feel down
I was the only one around (the only one)
When things would hurt you
I am forever
Wasn't it I who said that you were free?
When I living seemed so hard to be
When things would hurt you

I am forever (I am forever)
We are forever (We are forever)

I am your friend
through thick and thin
We need each other
we'll never part
Our Love is from the heart
We never say I don't need you

We are forever
I am the one who said that you were free
When living seemed so hard to be
(the only one)
And nothing would cheer you

I am forever
Wasn't it I who carried you around?
When all the walls came tumbling down
And things would hurt you

I am forever (I am forever)
We are forever (We are forever)

You are the sun that lights up the sky
When things are shady
Let come what may we do get by
I was the only one around (the only one)
When things would hurt you

We are forever (I am forever)
We are forever (I am forever)
We are forever
We are forever
We are forever
We are forever

I am forever
I am forever
We are forever
We are forever
I am forever
I am forever…

Michael Jackson

Sabato, 8 gennaio 2011

Sosta nel bosco

A sprazzi
tornano sensazioni.
Una mano strizza lo stomaco,
non è dolore,
è angoscia,
è l'essere sperduti in luoghi irriconoscibili;
la vita non è questa,
qui stiamo recitando
e il copione non so di chi sia.
Sfumano le certezze,
sfugge il senso delle cose,
esplode il vuoto dentro il petto:
l'irrisolto è realtà.
Riprende la recita,
l'agitazione tutto avvolge,
lo struggimento si accantona
nell'intervallo trascorso.

Robin delle stelle

Domenica, 30 gennaio 2011

Reminiscenze liguri

Gradini,
scale,
ripide stradine
strette tra muretti
ricoperti di rampicanti.
Luoghi deserti,
assolati e ombrosi
nel cui silenzio
dondolano non detti
i versi di Eugenio poeta.
Gli struggimenti son lì,
dentro quei viottoli
che rotolano nel mare.
I rimpianti,
le malinconie,
vagabondano incerti
tra cortili di chiese
e giardini di case,
e riempiono il petto
di un vuoto indecifrabile.

Robin delle stelle


[Testi presenti in Diario Intimo di Sullivan.sw]